Cooperative learning: cosa è, come funziona.

Gruppo di studio docenti del Liceo Russell 

Il cooperative learning è una modalità di apprendimento che si realizza mediante la cooperazione all’interno del gruppo, sviluppando abilità sociali e relazionali. Tale metodo diventa particolarmente significativo nella scuola del nuovo millennio che richiede di:
· Imparare ad imparare per tutta la vita, per adeguarsi ai cambiamenti continui e rapidi della società e del mondo del lavoro (cfr “Libro bianco” di Delors);

  • Ascoltare e parlare: le competenze comunicative, infatti, sono alla base di tutti i rapporti umani e professionali;
  • Collaborare, perché in una società sempre più complessa sarà sempre più necessario lavorare in team, per aver accesso al maggior numero possibile di informazioni;
  • Pensare ad un livello sempre più elevato, il che significa sollecitare il pensiero critico e creativo, la capacità di soluzione dei problemi e la presa di decisioni attraverso discussione, confronto, riflessione.

LA FUNZIONE DEL DOCENTE
“Il cooperative learning” è una modalità di apprendimento che si realizza mediante la cooperazione all’interno del gruppo, sviluppando abilità sociali e relazionali. Tale metodo si fonda sulla partecipazione attiva dello studente, sulla conquista della responsabilità e dell’autonomia, sullo sviluppo della socialità. Tra i requisiti fondamentali per lavorare con questo metodo indichiamo:

  1. il gruppo deve essere relativamente piccolo, in modo che tutti possano partecipare attivamente.
  2. il compito deve essere definito con chiarezza e accettato da tutti
  3. la valutazione sarà individuale e di gruppo.
  4. il compito deve essere strutturato in modo che tutti debbano necessariamente fornire il loro contributo personale, pena l’insuccesso (interdipendenza del gruppo).

Si comprende quindi il ruolo fondamentale del docente.

  • Egli oltre a strutturare il compito in modo che richieda necessariamente il contributo di tutti e che sia accettato da tutti, dovrà fare in modo che risulti attraente; un compito che non suscita curiosità non sollecita la voglia di cercare una risposta, con evidenti ricadute nell’impegno del gruppo.
  • Deve osservare il clima presente nel gruppo: esso deriva dalla capacità di mettere a proprio agio i compagni e di stare bene con loro. Si costruisce lentamente, attraverso la conoscenza reciproca, il riconoscimento delle competenze dell’altro, la fiducia e può essere facilmente compromesso da reazioni di difesa, chiusura, rivalità.
  • Deve agevolare, più in generale, lo sviluppo di un “clima di classe” in cui le relazioni siano ricche e profonde. Gli studiosi insistono molto sull’importanza di questa condizione soprattutto nelle prime fasi di applicazione del Cooperative learning. Spesso gli insegnanti non si rendono conto di quanto basti poco (un richiamo da parte del professore o un sorriso di derisione di un compagno nei confronti di un altro) per pregiudicare l’esito dell’esperienza. Per questo si può dire che l’interazione faccia a faccia vada ricercata prima dell’obiettivo da realizzare e delle strutture di interdipendenza positiva da utilizzare.

Tutte le procedure di lavoro devono essere programmate in anticipo e spesso richiedono molto tempo agli insegnanti, soprattutto a coloro che intendono introdurre il metodo per la prima volta in classe. A tutti si consiglia di non essere precipitosi; l’applicazione efficace del cooperative learning richiede buone conoscenze in varie aree critiche del metodo stesso, una vasta esperienza e un notevole impegno. E’ bene che gli insegnanti, almeno nelle fasi iniziali, si affidino anche ad attività cooperative informali e ad una introduzione progressiva e non estesa del metodo.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE:
M. Comoglio, Educare insegnando, LAS, Roma 1999
M. Comoglio-M. Cardoso, Insegnare e apprendere in gruppo, LAS, Roma 1996
E. Cohen, Organizzare i gruppi cooperativi, Erickson, Trento 1999
D. e R. Johnson, Apprendimento cooperativo in classe, Erickson, Trento 1998

“SCINTILLE”, rivista on-line per l’aggiornamento sull’apprendimento cooperativo
( www.scintille.it )