Sugli insegnanti incombe un dovere schiacciante, che li fa sentire perennemente in colpa: l’aggiornamento (ovvero, per usare un termine più “aggiornato”, la formazione). Condannato a non smettere mai di studiare, il professore è sempre in debito formativo rispetto a qualche campo dello scibile. Le discipline di propria pertinenza sono in continua evoluzione, ma anche la didattica; per non parlare delle nuove tecnologie, o delle mille e una educazioni a…Le riforme impongono nuove competenze, i libri di testo rinnovati costringono a riorganizzare il proprio metodo d’insegnamento. Il lavoro quotidiano, lungi dal costituire un titolo di merito, pare anzi contenere il rischio di adagiarsi in una mortificante routine, che solo appositi corsi tenuti da esperti possono spezzare. E sul professore si riversa un profluvio di offerte: corsi in presenza, a distanza, e-learning…