Area Professionale | Bibliografia | Scienze della comunicazione

PSICOLOGIA DELL’EDUCAZIONE
autore Stefano Gensini  titolo MANUALE DELLA COMUNICAZIONE  editore Carocci  anno 1999 Il curatore è ordinario di Semiotica all’Università di Salerno.…
autore Stefano Gensini  titolo MANUALE DELLA COMUNICAZIONE  editore Carocci  anno 1999 Il curatore è ordinario di Semiotica all’Università di Salerno.  Contenuto del libro Il libro è così suddiviso:1) Introduzione alla comunicazione; 2)Teoria elementare dei linguaggi 3)Nel mondo della comunicazione  autore Ivana Padoan  titolo L’AGIRE COMUNICATIVOEpistemologia e formazione  editore Armando editore  anno 2000 L’autrice è psicologa […]
autoreStefano Gensini
 titoloMANUALE DELLA COMUNICAZIONE
 editoreCarocci
 anno1999

Il curatore è ordinario di Semiotica all’Università di Salerno.

 Contenuto del libro
Il libro è così suddiviso:
1) Introduzione alla comunicazione; 2)Teoria elementare dei linguaggi 3)Nel mondo della comunicazione

 autoreIvana Padoan
 titoloL’AGIRE COMUNICATIVO
Epistemologia e formazione
 editoreArmando editore
 anno2000

L’autrice è psicologa e linguista. Lavora presso le Università di Padova e di Venezia, svolge attività di formazione e si occupa di epistemologia dei processi cognitivi.

 Contenuto del libro
Dalla Premessa (p. 16-17):
“Con questo lavoro ci si propone di coniugare alcuni appunti di riflessione epistemologica del campo comunicativo con la realtà complessa della formazione e dell’educazione. La proiezione formativa scelta concerne il linguaggio verbale.Il testo si presenta suddiviso in due parti. Nella prima parte sono delineati alcuni presupposti epistemologici della dimensione comunicativa e un discorso storico scientifico alla luce di alcune problematiche considerate, sine qua non, per una coniugazione formativa del rapporto comunicazione e formazione. Nella seconda parte viene approfondita al comunicazione verbale e vengono sottolineati alcuni epistemi fondativi del processo che ha fatto sì che il linguaggio, da veicolo informativo (struttura logico-matematica), assumesse consapevolezza, significazione, connessione e dunque dimensione sistemica. Del linguaggio verbale si vuole sottolineare in particolar modo il suo rapporto con il sistema dei segni e degli altri linguaggi, la sua epistemologia costitutiva e co-fondativa del rapporto tra pensiero e realtà, la sua dinamica interpersonale e di gruppo”.